Non parlare con la bocca piena

arton146685-a22bf

Titolo: Non parlare con la bocca piena

Autore: Chiara Francini

Casa editrice: Rizzoli

Anno di pubblicazione: 2017

Prezzo: € 18,00

LA MIA RECENSIONE

Adoro Chiara Francini in qualità di attrice e ho letto con piacere il suo romanzo d’esordio. La storia di Chiara non ha niente di straordinario e forse, proprio per questo motivo, è facile immedesimarsi ed imparare ad apprezzarla. Reduce dal fallimento della sua storia d’amore Chiara decide di tornare a vivere nella sua casa d’infanzia occupata non da uno bensì da due papà che costituiscono la sua famiglia (la madre biologica esiste ma non si è mai occupata della figlia). Chiara soffre ma piano piano torna alle sue abitudini e al ritmo disteso della vita condotta dai due padri. Tra ricordi, nuove esperienze e un fatto sconvolgente Chiara ritroverà il proprio equilibrio? Vi lascio alla lettura di questo libro che fa compagnia in questi roventi pomeriggi di giugno e porta Chiara Francini nel panorama letterario.

IL MIO VOTO (DA 1 A 10) E’… 7

Un libro decisamente carino e simpatico; da leggere al sole con un buon bicchiere di the freddo 😉

LA RECENSIONE DI IBS

Bello sapere che si può tornare. Che a ogni passo falso, nella vita, i genitori sono pronti a riabbracciarti con un calore che gli anni non hanno mai attutito né tanto meno spento. Per Chiara, questo calore profuma di caffè e canta sulle note della Vedova allegra. Perché i suoi genitori sono così, loro che l’hanno tirata su in amorosa allegria, le hanno costruito attorno un mondo da fiaba e hanno trattato la vita come una partita a tombola a Natale: leggera. Chiara ha appena lasciato Federico, il loro nido e i gatti. Il suo essere una donna fallica le ha impedito di portare avanti pure questa storia. E sì che stavolta si era impegnata. Ora il dolore le morde il cuore. Anche le donne come lei soffrono. Ma niente, non ce la fa, ed eccola a suonare il citofono a papà, a trascinarsi su per le scale i due trolley, ad addolcire la vita masticando Galatine per consolarsi un po’. Come le hanno insegnato fin da piccola. Meno male che, a casa dei suoi, Chiara ritrova tutto com’era, la cameretta rosa da principessa, l’albero di Natale acceso a ogni stagione, le riviste anni Novanta, gli amici di famiglia chiassosi e colorati. E naturalmente la matura armonia d’amore fra i suoi genitori. Un amore che ha superato tante prove, un amore coraggioso e per nulla convenzionale, un amore disinteressato e forte che ha sconfitto i pregiudizi, spesso con il fendente di una risata. Ma anche un amore buffo e capace di curare le ferite della vita (pure quelle che non si rimarginano perfettamente e lasciano la cicatrice). Una vera scuola d’amore, da cui Chiara avrà ancora molto da imparare.

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...