Il labirinto degli spiriti

il-labirinto-degli-spiriti-le-tazzine-di-yoko

Titolo: Il labirinto degli spiriti

Autore: Carlos Ruiz Zafón

Casa editrice: Mondadori

Anno di pubblicazione: 2016

Prezzo: € 23,00

LA MIA RECENSIONE

“Il labirinto degli spiriti” è il quarto ed ultimo volume della saga ideata da Carlos Ruiz Zafón dedicata al Cimitero dei Libri Dimenticati. Sebbene abbastanza indipendente dagli altri volumi ritengo sia molto utile aver letto prima i precedenti in quanto molti dei personaggi e delle vicende fanno riferimento ad episodi passati. Se come me soffrite di memoria breve potreste fare un po’ fatica, soprattutto nelle prime duecento pagine del romanzo, a ricordare tutti i fatti antecedenti alla vicenda e a collegare nomi e luoghi. Siamo a Barcellona e ritroviamo la famiglia Sempere: Daniel è marito e padre ma non riesce a gestire bene il tormento legato alla sua infanzia e alla prematura scomparsa della madre Isabella. Ad aiutare il giovane ci sono, ancora una volta, la moglie devota Bea e l’amico Fermín (che resta in assoluto il mio personaggio preferito). La novità del romanzo è l’arrivo in questa delicata situazione famigliare di Alicia Gris, una donna enigmatica e affascinante, incaricata di indagare riguardo la scomparsa del ministro Valls. Barcellona viene dipinta dall’autore come una città lugubre e pericolosa capace di travolgere e stravolgere le vite dei suoi abitanti. Il libro è indubbiamente ben scritto e maestoso ma, a mio parere, la mole di oltre 800 pagine non arricchisce ma, anzi, toglie qualcosa alla gradibilità della storia. Troppe descrizioni e troppi elementi non funzionali alla vicenda rallentano il ritmo narrativo e costringono il lettore a interrompere spesso la lettura (o almeno a me è successo così). Un finale comunque degno di valore e godibile che segna un addio nostalgico ai personaggi tanto amati da milioni di lettori nel mondo: Daniel, Fermín, Bea, Julian, Fernandito e Alicia rappresenteranno per sempre un capitolo della letteratura spagnola moderna.

IL MIO VOTO (DA 1 A 10) E’… 7

Do un voto inferiore rispetto ai precedenti volumi della saga unicamente per la fatica riscontrata nel terminare la lettura. Un libro consigliato ma molto impegnativo.

LA RECENSIONE DI IBS

Barcellona, fine anni ’50. Daniel Sempere non è più il ragazzino che abbiamo conosciuto tra i cunicoli del Cimitero dei Libri Dimenticati, alla scoperta del volume che gli avrebbe cambiato la vita. Il mistero della morte di sua madre Isabella ha aperto una voragine nella sua anima, un abisso dal quale la moglie Bea e il fedele amico Fermín stanno cercando di salvarlo. Proprio quando Daniel crede di essere arrivato a un passo dalla soluzione dell’enigma, un complotto ancora più oscuro e misterioso di quello che avrebbe potuto immaginare si estende fino a lui dalle viscere del Regime. E in quel momento che fa la sua comparsa Alicia Gris, un’anima emersa dalle ombre della guerra, per condurre Daniel al cuore delle tenebre e aiutarlo a svelare la storia segreta della sua famiglia, anche se il prezzo da pagare sarà altissimo. Dodici anni dopo “L’ombra del vento”, Carlos Ruiz Zafón torna con un’opera monumentale per portare a compimento la serie del Cimitero dei Libri Dimenticati. “Il labirinto degli Spiriti” è un romanzo fatto di passioni, intrighi e avventure. Attraverso queste pagine ci troveremo di nuovo a camminare per stradine lugubri avvolte nel mistero, tra la Barcellona reale e il suo rovescio, un riflesso maledetto della città. E arriveremo finalmente a scoprire il gran finale della saga, che qui raggiunge l’apice della sua intensità e al tempo stesso celebra, maestosamente, il mondo dei libri, l’arte di, raccontare storie e il legame magico che si stabilisce tra la letteratura e la vita.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...