Il senso del dolore

41vo265blml-_sx321_bo1204203200_

Titolo: Il senso del dolore. L’inverno del commissario Ricciardi

Autore: Maurizio De Giovanni

Casa editrice: Einaudi

Anno di pubblicazione: edizione 2012

Prezzo: € 12,00

LA MIA RECENSIONE

Questo libro mi è stato regalato per Natale dalla mia collega: De Giovanni è uno dei suoi autori preferiti e ha pensato bene di voler creare anche in me una nuova dipendenza letteraria (come se non ne avessi già abbastanza). Si tratta del primo volume della saga, ideata dallo scrittore napoletano, dedicata al Commissario Ricciardi. Ricciardi è, all’apparenza, un uomo arido e abitudinario: si dedica unicamente al suo lavoro presso la polizia di Napoli e ha come unici amici e confidenti il collega Maione e la tata Rosa che fa parte della famiglia fin dalla sua infanzia. Ricciardi si trova a dover lavorare ad un caso molto importante per la società napoletana che vede coinvolto un personaggio di fama mondiale: il tenore Arnaldo Vezzi è stato trovato morto nel suo camerino del teatro San Carlo. Il Commissario da inizio alle indagini e viene aiutato dall’inseparabile Maione, da Don Pierino (amante dell’opera e frequentatore del teatro) e dalla vedova Vezzi. Grazie a delle preziose intuizioni, e a qualche colpo di fortuna, Ricciardi intuisce presto che la vita patinata di Vezzi nascondeva numerosi segreti e sofferenze e che la causa del delitto potrebbe essere di natura passionale. La scrittura di De Giovanni scorre tranquilla e senza grandi colpi di scena ma, nonostante ciò, si fatica davvero a staccarsi dal libro e si finisce per affezionarsi ai personaggi del libro e alla città di Napoli (degli anni ’30) che è la vera protagonista della vicenda. Attraverso le accurate descrizioni, che sono l’indiscusso punto di forza dell’autore, sembra di gustarsi il caffè del bar Gambrinus (che io ho avuto davvero il piacere di assaggiare durante una breve vacanza nella città partenopea) e di assistere alle rappresentazioni teatrali del San Carlo. Un bel romanzo che introduce alcuni personaggi che sicuramente continueranno a far parte della saga dedicata al Commissario Ricciardi. Io ho già pronto nella mia libreria il secondo volume 😉 voi cosa aspettate?

Questa recensione si inserisce nella simpatica iniziativa del Domino Letterario: un domino tra blog che vi invito a visitare e che trovati elencati nell’immagine sottostante. Buone letture!!!

unnamed

IL MIO VOTO (DA 1 A 10) E’… 8

Un bel romanzo di un autore italiano che ancora mancava negli scaffali della mia libreria. Sicuramente non un thriller mozzafiato ma una buona indagine poliziesca strutturata magistralmente. Consigliato!!!

LA RECENSIONE DI IBS

Il talento infinito, l’amore del pubblico, la devozione delle donne, l’amicizia dei potenti: e Arnaldo Vezzi, il più grande tenore del suo tempo, crede di essere un dio. Quindi si prende quello che vuole, se ne serve e lo getta via; calpesta cuori e anime; deride, distrugge. Tutto deve essere suo, nulla gli si può rifiutare. Ma un dio può non essere immortale.

Annunci

8 pensieri su “Il senso del dolore

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...