Il maestro delle ombre

51fejtsdzpl-_sy346_

Titolo: Il maestro delle ombre

Autore: Donato Carrisi

Casa editrice: Longanesi

Anno di pubblicazione: 2016

Prezzo: € 18,80

LA MIA RECENSIONE

Come una bambina ho aspettato con ansia, durante il mio ritiro forzato in casa causa virus influenzale, l’arrivo del corriere che mi avrebbe consegnato il nuovo romanzo di Donato Carrisi. Il maestro delle ombre, pur essendo godibilissimo anche come lettura autonoma, segue le vicende di Marcus e Sandra, già protagonisti de “Il tribunale delle anime” e “Il cacciatore del buio”. Ci troviamo in una Roma quasi irreale che si vede costretta ad abbandonare le comodità della tecnologia a causa di un blackout programmato, in seguito ad un guasto, che risulta più gravoso del previsto a causa delle pessime condizioni meteorologiche che imperversano sulla città da parecchie ore. Marcus, un prete appartenente all’antico ordine dei Penitenzieri, si risveglia in un luogo buio e oscuro e capisce di essere preda di un’amnesia che gli impedisce di ricordare quanto accaduto nelle ultime ore. L’unico indizio che è in grado di recuperare dalla tasca dei suoi indumenti è un foglio, scritto di suo pugno, che recita: “Trova Tobia Frai”. Marcus riesce miracolosamente a salvarsi dalla sua prigione sotterranea e si rende conto di essere in grave pericolo. Come nei precedenti volumi, presto, le indagini di Marcus si trovano a convergere con quelle di Sandra Vega, ex fotorilevatrice della polizia attualmente dislocata all’ufficio passaporti. In una Roma devastata da atti di vandalismo e dall’esondazione del Tevere i due intraprendono una corsa contro il tempo per cercare di salvare Tobias Frai, un bambino scomparso nove anni prima, e per scoprire chi e cosa si cela dietro la Chiesa dell’eclissi. Un racconto scritto magistralmente; un ritmo narrativo tranquillo ma al tempo stesso incalzante che porterà il lettore a sospettare di chiunque riservando un finale mozzafiato. Un libro consigliatissimo che conferma Carrisi tra i più grandi autori di thriller contemporanei.

IL MIO VOTO (DA 1 A 10) E’… 10

Un romanzo intrigante e ben scritto che scorre velocissimo e riserva tantissimi colpi di scena. Finora la mia preferita tra le avventure iniziate con la pubblicazione de “Il tribunale delle anime”. Sebbene abbia trovato un po’ in stile “film di Hollywood” le scene di distruzione della città di Roma mi è bastato leggere la nota finale dell’autore per capire che ogni elemento è frutto di ricerca e che, ahimè, anche se apparentemente esagerate, non servirebbe poi tanto per compiere gesta di inaudita violenza come quelle commesse dai protagonisti della storia. Consigliatissimo!!!

LA RECENSIONE DI IBS

Una tempesta senza precedenti si abbatte sulla capitale con ferocia inaudita. Quando un fulmine colpisce una delle centrali elettriche, alle autorità non resta che imporre un blackout totale di ventiquattro ore, per riparare l’avaria. Le ombre tornano a invadere Roma. Sono passati cinque secoli dalla misteriosa bolla di papa Leone X secondo cui la città non avrebbe «mai mai mai» dovuto rimanere al buio. Nel caos e nel panico che segue, un’ombra più scura di ogni altra si muove silenziosa per la città lasciando una scia di morti… e di indizi. Tracce che soltanto Marcus, cacciatore del buio addestrato a riconoscere le anomalie sulle scene del crimine, può interpretare. Perché Marcus è sì un prete, ma appartiene a uno degli ordini più antichi e segreti della Chiesa: la Santa Penitenzieria Apostolica, conosciuta anche come il tribunale delle anime. Ma il penitenziere ha perso la sua arma più preziosa: la memoria. Non ricorda nulla dei suoi ultimi giorni, e questo dà un enorme vantaggio all’assassino. Soltanto Sandra Vega, ex fotorilevatrice della Scientifica, può aiutarlo nella sua caccia. Sandra è l’unica a conoscere il segreto di Marcus, ma ha sofferto troppe perdite nella sua vita per riuscire ad affrontare nuovamente il male. Eppure, qualcosa la costringe a essere coinvolta suo malgrado in questa indagine… Ma il tramonto è sempre più vicino, e il buio è un confine oltre il quale resta soltanto l’abisso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...