Così immobile tra le mie braccia

higginsclarke_300x__exact

Titolo: Così immobile tra le mie braccia

Autore: Mary Higgins Clark & Alafair Burke

Casa editrice: Sperling & Kupfer

Anno di pubblicazione: 2016

Prezzo: € 19,90

LA RECENSIONE DI LISA

Romanzo di Mary Higgins Clark scritto a quattro mani con Alafair Burke. Lo stile risente molto dell’autrice de ‘La ragazza nel parco’: il genere, anche se si allontana dalla sfera ‘legal’, è investigativo, con piccoli colpi di scena inaspettati. La narrazione è molto scorrevole e i personaggi, sebbene siano molti, sono ben costruiti e delineati; i dialoghi sono realistici. Nonostante si torni spesso su alcuni punti, non risulta noioso. Il colpevole rimane abbastanza misterioso fino a quasi la fine del romanzo.
Lo definirei un giallo ‘soft’ poiché tutto il libro verte intorno all’indagine per l’omicidio di Susan. Proprio per questo non lo ritengo adatto agli amanti dei thriller ad ‘alta tensione’, che potrebbero trovarlo molto leggero. Lo consiglio, invece, sicuramente ai lettori ‘onnivori’ o a chi ha amato romanzi come ‘La ragazza del treno’. Ho letto alcune critiche nei confronti di questo libro, che ricorda troppo gli altri romanzi di Mary Higgins Clark. Essendo il mio primo approccio non posso esprimere un giudizio da questo punto di vista e mi sento di promuoverlo.

IL VOTO DI LISA (DA 1 A 10) E’… 7

TRAMA

Susan Dempsey, una brillante studentessa d’informatica dell’UCLA e aspirante attrice viene trovata morta a soli diciannove anni nel Laurel Canyon Park. Vent’anni dopo il caso viene riaperto dalla produttrice televisiva Laurie Moran: nel suo programma Under Suspecion ripropone crimini rimasti irrisolti basandosi sulla copertura dei media e usando i veri amici e parenti della vittima. Insieme alla sua squadra, dovrà intervistare tutte le persone legate alla vita di Susan: Frank Parker, ormai regista di successo, la persona con cui aveva un appuntamento Susan quella sera e che viveva poco distante dalla scena del crimine; Keith Ratner, ragazzo di Susan all’epoca e primo sospettato della madre per il modo in cui trattava la figlia; Madison, la sua amica rivale che ha approfittato della sua scomparsa per fare carriera e Nicole, la coinquilina fuggita dopo la sua morte; Dwight, il compagno di laboratorio che provava segretamente dei sentimenti profondi per Susan, e il professore Hathaway, accusato più volte di avere relazioni con le studentesse. Tutti sembrano colpevoli, ma tutti hanno un alibi. Laurie deve fare chiarezza per la riuscita del programma, ma soprattutto per dar pace a Rosemary, la madre di Susan.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...