Central Park

51brLP1TaTL._SX355_BO1,204,203,200_

Titolo: Central park

Autore: Guillaume Musso

Casa editrice: Bompiani

Anno di pubblicazione: 2015

Prezzo: € 18,00

LA MIA RECENSIONE

Buon pomeriggio lettori. Ho deciso di sfidare la mia influenza mettendomi al computer a scrivere la recensione di questo romanzo. Quando si uniscono il modo di scrivere lineare e pulito di Musso e la magia della città di New York non può che nascere un buon libro… e così è stato. Alice è una poliziotta francese che si risveglia, una mattina, ammanettata ad una panchina di Central Park senza ricordarsi il come e il perché di questo gesto folle. Come se non bastasse, al trauma di essere oltreoceano con una evidente perdita di memoria, si aggiunge il fatto di essere legata con le manette a Gabriel: un perfetto sconosciuto che ricorda solo di essere un jazzista. Seppure il romanzo non ricopra più di 48 ore le peripezie che i due protagonisti si ritroveranno ad affrontare sono davvero numerose. Un viaggio che li condurrà attraverso dolorosi ricordi di una vita che ormai non esiste più e il terrore di essere seguiti da uno dei maggiori criminali latitante da anni. Alice è una donna forte e coraggiosa che non si abbandona mai, forse a ragion veduta, ai consigli di Gabriel e a quelli del suo amico francese Seymour che la accompagna nel corso della sua rocambolesca avventura. Un romanzo che riesce a coinvolgere e a tenere incollato il lettore alla pagina successiva; il finale, a dir poco inaspettato, è forse l’unico difetto che mi sento di trovare in quanto, seppur geniale, risulta affrettato e precipitoso. Un buon libro che si situa a metà strada tra il thriller e il rosa e che non deluderà i fan di uno degli scrittori francesi più amati nel mondo.

IL MIO VOTO (DA 1 A 10) E’… 8

Dopo essermi fatta scappare gli ultimi libri di Guillaume Musso ho apprezzato molto leggere l’ultima fatica dell’autore che apprezzo per il modo di scrivere semplice ed elegante ma mai scontato. Romanzo che sconsiglio agli appassionati del thriller vero e proprio poiché rimarrebbero delusi non trovando un altro livello di suspence e di azione.

LA RECENSIONE DI IBS

New York. Otto del mattino. Alice, una giovane poliziotta di Parigi, e Gabriel, pianista jazz americano, si svegliano ammanettati tra loro su una panchina di Central Park. Non si conoscono e non ricordano nulla del loro incontro. La sera prima, Alice era a una festa sugli Champs-Elysées con i suoi amici, mentre Gabriel era in un pub di Dublino a suonare. Impossibile? Eppure… Dopo lo stupore iniziale le domande sono inevitabili: come sono finiti in una situazione simile? Da dove arriva il sangue di cui è macchiata la camicetta di Alice? Perché dalla sua pistola manca un proiettile? Per capire cosa sta succedendo e riannodare i fili delle loro vite, Alice e Gabriel non possono fare altro che agire in coppia. La verità che scopriranno finirà per sconvolgere le loro vite.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...