Parigi è sempre una buona idea

51obzM5LGfL._SX317_BO1,204,203,200_

Titolo: Parigi è sempre una buona idea

Autore: Nicolas Barreau

Casa editrice: Feltrinelli

Anno di pubblicazione: 2015

Prezzo: € 15,00

LA MIA RECENSIONE

Nicolas Barreau è uno dei tanti autori consigliatomi dai miei amici lettori della Biblioteca. Dopo vari “leggilo, leggilo” mi sono lasciata convincere e, in effetti, ho trascorso in “sua” compagnia delle piacevoli ore. Tutte le sue storie sono ambientate a Parigi, una città magica che rappresenta lo scenario perfetto di tante storie d’amore. Non fa eccezione il suo ultimo romanzo: Rosalie è una giovane sognatrice (ma al tempo stesso determinata) che lavora in una papeterie dove realizza biglietti personalizzati. La svolta nella sua carriera sembra arrivare il giorno in cui Max Marchais, famosissimo autore di libri per bambini, le chiede di illustrare il suo nuovo capolavoro: “La tigra azzurra”. Rosalie non sa che l’incontro con Marchais sarà solo il primo di una lunga serie di eventi che sconvolgeranno la sua tranquilla esistenza. L’arrivo a Parigi dell’americano Robert Sherman svelerà, infatti, la vera storia che si cela dietro alla scrittura della “Tigre azzurra” e sconvolgerà vari equilibri familiari (non posso dirvi di più per non rovinare la lettura). Bilancio del libro: molto belle le descrizioni di Parigi e personaggi delineati in maniera impeccabile; molto banale la storia e forse un po’ troppo lento (dall’inizio alla fine) il ritmo della narrazione. Preferisco e consiglio sicuramente di più i primissimi romanzi dello scrittore.

IL MIO VOTO (DA 1 A 10) E’… 6

Un libro che fa compagnia per qualche serata sul divano sotto una calda coperta e nulla di più. Speriamo in meglio nel prossimo.

 LA RECENSIONE DI IBS

Talentuosa illustratrice, Rosalie è famosa per i biglietti d’auguri personalizzati che realizza a mano. Ed è un’accanita sostenitrice dei rituali: il café crème la mattina, una fetta di tarte au citron nelle giornate storte, un buon bicchiere di vino rosso dopo la chiusura della papeterie. I rituali aiutano a fare ordine nel caos della vita, ed è per questo che ogni anno, per il suo compleanno, Rosalie fa sempre la stessa cosa: sale i 704 gradini della Tour Eiffel fino al secondo piano e, con il cuore in gola, lancia in aria un biglietto su cui ha scritto un desiderio. Ma finora nessuno è mai stato esaudito. Tutto cambia il giorno in cui un anziano signore entra come un ciclone nella papeterie. Si tratta del famoso scrittore per bambini Max Marchais, che le chiede di illustrare il suo nuovo libro. Rosalie accetta felice e ben presto i due diventano amici, La tigre azzurra ottiene premi e riconoscimenti e si aggiudica il posto d’onore in vetrina. Quando, poco tempo dopo, un affascinante professore americano, attratto dal libro, entra in negozio, Rosalie pensa che il destino stia per farle un altro regalo. Ma prima ancora che si possa innamorare, ha un’amara sorpresa. Perché l’uomo è fermamente convinto che la storia della Tigre azzurra sia sua…

Annunci

Un pensiero su “Parigi è sempre una buona idea

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...